RETE CPIA 5 – Milano

 

GRUPPO DI LAVORO

DI

RICERCA DI SPERIMENTAZIONE E SVILUPPO

CHE HA LAVORATO NELL’AMBITO

DELL’Articolo 2 DEL D.D. 1250  20 Novembre 2016

 

 

 

Docenti coinvolti:

CPIA 5 : Maura Borghi, Piera Rasetto, Carlo Ruggi

I.I.S. “L.V. Bertarelli – G. Ferraris”: Andrea Angelone

I.I.S. “P. Frisi”: Anna Galante, Antonino Sergi

I.I.S. “G. Giorgi”: Nicola Manna

I.P.S.C.T. “W. Kandinsky”:  Stefano Villa

I.T.I. “E. Molinari”: Luigi Saracino

 

29 Giugno 2016

 

 

 

 

PREMESSA

                Vale la pena segnalare che, fin dal primo inizio dei lavori del gruppo, che ha operato nella progettazione delle azioni e delle misure di sistema previste dal D.D. 1250\2015, è emerso da parte di tutti gl’insegnati una fortissima volontà di fare rete, di condividere e di uniformare. Purtroppo non è stato possibile, nel breve tempo avuto a disposizione, riuscire a rispondere a tutte le  esigenze della Rete CPIA 5 – Milano (per esempio non si è riusciti a produrre modelli comuni di Test in tutti gli Assi Culturali/discipline da usare come esempi per tutti i colleghi della rete). Ciò che viene esposto in questa relazione, è stato prodotto e presentato con estrema modestia ed umiltà professionale, nella consapevolezza dei limiti e delle imperfezioni dei prodotti presentati. Essi non sono e non vogliono essere, un punto d’arrivo, ma l’inizio di un esempio di confronto sincero ed unitario di tutte le componenti della rete, nella speranza di una collaborazione sempre più stretta e migliorativa.

 

AZIONI E MISURE DI SISTEMA

Il gruppo di lavoro ha individuato le seguenti azioni e misure di sistema da adottare in tutta la rete CPIA 5 – Milano a partire dall’anno scolastico 2016 - 2017.

 

FASE “A”

PRIMO CONTATTO CON L’ISTITUZIONE SCOLASTICA PER ADULTI

  • L’utente compila il Modulo d’Iscrizione (MISURA DI SISTEMA), allegato alla presente relazione, lo consegna alla segreteria, che fissa un appuntamento con gl’insegnati predisposti per l’accoglienza degli studenti e consegnando un promemoria (MISURA DI SISTEMA) all’utente con le copie dei documenti necessari (vedi allegato).
  • Nel caso non sia possibile, da parte dell’utente, produrre la documentazione originale dell’ultimo documento di valutazione, questo stesso potrà presentare un’autocertificazione (vedi Allegato) secondo il modello predisposto (MISURA DI SISTEMA). Nel frattempo la segreteria, d’ufficio, richiederà all’Istituzione scolastica, indicata dall’utente, i documenti originali.

 

FASE “B”

ACCOGLIENZA

Inizia la fase d’accoglienza vera e propria. Verrà usata la quota oraria, prevista dalle norme vigenti sull’Istruzione degli adulti, utilizzabile fino  al 10% del monte ore complessivo del periodo didattico a cui si chiede l’iscrizione.

Si raccomanda, vivamente, di usare le seguenti accortezze durante i momenti di colloquio diretto con l’utente:

·           predisporre lo svolgimento del colloquio in un luogo accogliente o comunque seduti e non dietro uno sportello di informazioni;

·           disponibilità da parte del tutor/docente ad un ascolto interessato al racconto dell’adulto;

·           invogliare l’adulto al ricordo ed all’autovalutazione delle proprie esperienze di istruzione, di lavoro e di vita, sollecitandone una descrizione il più dettagliata possibile;

·           far capire l’utilità delle competenze acquisite precedentemente ed in qualsiasi contesto , in quanto riconoscibili come crediti formativi nel nuovo percorso di istruzione;

·           assumere un atteggiamento di comprensione e valorizzazione del saper fare dell’adulto, incrementandone  l’autostima ed incentivandone la motivazione al rientro nella formazione;

·           far esplicitare all’adulto i motivi che lo hanno portato  a rientrare nella formazione;

·           far comprendere la grande opportunità offerta dal CPIA in termini di facilitazione del percorso, sostenibilità dei carichi orari, flessibilità ed ampiezza delle proposte formative.

1)            Nel giorno dell’appuntamento concordato con l’utente, gl’insegnanti, che lo accoglieranno, realizzeranno il colloquio/intervista e, nel contempo, compileranno la SCHEDA INTERVISTA. Vedere l’allegato (MISURA DI SISTEMA).

2)            Finito il colloquio, si procederà alla verifica della documentazione prodotta e alla compilazione del Modulo Verifica Documentazione (MISURA DI SISTEMA) e alla Griglia di Valutazione del Colloquio (MISURA DI SISTEMA) allegato “a” e allegato “b”.

3)            Si procede con l’iniziare la compilazione del DOSSIER PERSONALE (LIBRETTO PERSONALE) DEL CANDIDATO allegato (MISURA DI SISTEMA).

4)            Nel caso di assenza di Documentazione Ufficiale Riconosciuta da parte dell’utente, specialmente se si tratta di Cittadino Straniero non Comunitario, si procede all’accertamento  sia delle competenze minime d’ingresso, che di quelle eventualmente da riconoscere come CREDITI FORMATIVI. Su come debbano essere tali momenti d’accertamento, si veda la DESCRIZIONE TEST D’INGRESSO E D’ACCERTAMENTO CREDITI FORMATIVI (MISURE DI SISTEMA) allegata.

5)            Il Consiglio di Classe/Gruppo di Livello, esaurite tutte le fasi sopra descritte, si riunisce e procede alla stesura del CERTIFICATO RICONOSCIMENTO CREDITI (vedi allegato) e del PATTO FORMATIVO INDIVIDUALE (MISURE DI SISTEMA), utilizzando i modelli allegati (allegato “1”, allegato “2”, allegato”2” bis, allegato “3”, allegato “4”, allegato “5”) da adottare presso tutte le Istituzioni Scolastiche della RETE CPIA 5 – MILANO. Per le Istituzioni Scolastiche che operano nell’Istituzione Carceraria “San Vittore e negli  Istituto di Prevenzione e Pena “Beccarla” è stato predisposto per il Primo Livello/Primo Periodo Didattico un Patto Formativo apposito, mentre per il Primo Livello/Secondo Periodo Didattico può essere utilizzato quello relativo a tutti gli altri punti di erogazione con l’aggiunta delle discipline ulteriori che qui vengono impartite.

FASE “C”

            Esaurita la fase di accoglienza e definito il Patto Formativo Individuale, si procede all’inserimento dell’utente nel periodo didattico appropriato alle sue competenze.

Si decide che, gli utenti stranieri che non posseggono un titolo di studio Italiano o riconosciuto dalle autorità italiane,

a)      per accedere ai corsi di Primo Livello/Primo Periodo Didattico (ex Licenza Media) bisogna avere un Livello di Competenza Linguistica pari la Livello A2 del Quadro Comune Europeo delle Lingue. Nel caso si possegga il Livello A1, è possibile frequentare il corso, a condizione che si frequenti contemporaneamente un ulteriore percorso, di durata fino ad ulteriori 200 ore, per il recupero delle competenze di base. Questo ulteriore percorso deve essere fatto anche con il supporto delle/gl’insegnanti Alfabetizzatrici/tori (misura di sistema);

b)      per accedere ai percorsi di Primo Livello/Secondo Periodo Didattico e di Secondo livello è necessario avere un Livello di Competenza Linguistica B1. Nel caso non lo si abbia, dovranno frequentare prima i corsi di Alfabetizzazione del CPIA 5 – Milano ed eventualmente i percorsi di Primo Livello, per permettere a questi utenti di avere il Livello di Competenza Linguistica minimo per poter avere una speranza di seguire con profitto i corsi ed, eventualmente, un titolo di studio Italiano (Diploma conclusivo del Primo Ciclo d’Istruzione – ex Licenza Media) (misura di sistema).

c)       Per gli utenti stranieri che sono già iscritti ai percorsi di Secondo Livello, ma che non hanno il Diploma conclusivo del Primo Ciclo d’Istruzione, si prevede per costoro una Sessione Straordinaria d’Esame di Stato conclusivo del Primo Ciclo d’Istruzione a Febbraio dell’Anno Scolastico(misura di sistema).

d)      Sempre per la tipologia d’utenti stranieri, che hanno bisogno di rafforzamento linguistico in Italiano, il CPIA 5 mette a disposizione i propri corsi d’Italiano L2 da erogare eventualmente, previo accordo tra le istituzioni scolastiche della rete, sia nelle sedi dei Punti d’Erogazione di Secondo livello, che nelle sedi dell’Unità Amministrativa CPIA 5 – Milano. Si prevede un processo di formazione/aggiornamento con gl’insegnanti del Secondo Livello sui percorsi d’Italiano L2 (misurE di sistema).

 

FASE “D”

OPERAZIONI DI FINE PERIODO DIDATTICO

 

                Così come previsto dal D.P.R.  263/2012 con relative Linee Guida e dalla  Circolare MIUR  n° 3  del 17 Marzo 2016, a fine periodo didattico si procederà alla certificazione delle competenze nei seguenti modi:

 

PERCORSI DI ALFABETIZZAZIONE:

                Saranno prodotti, e consegnati ai corsisti, Certificati, secondo i modelli allegati (MISUSA DI SISTEMA). Vedi allegato

 

 

PERCORSI DI PRIMO LIVELLI/PRIMO PERIODO DIDATTICO

                Saranno prodotti, e consegnati ai corsisti, Certificati di Competenza, secondo il modello allegato (MISURA DI SITEMA) e conforme al modello pubblicato nella Circolare MIUR n° 48 del 4 Novembre 2014. Per il “Beccarla” il modello è quello allegato.



 

PERCORSI DI PRIMO LIVELLO/SECONDO PERIODO DIDATTICO E SECONDO LIVELLO/PRIMO PERIODO DIDATTICO (ASSI CULTURALI DELL’AREA COMUNE)

                Saranno prodotti, , e consegnati ai corsisti, Certificati di Competenza, secondo il modello allegato (MISURA DI SISTEMA,) e conforme al modello allegato al D.M. n° 9 del 27 Gennaio 2010 e al D.M. n° 139 del 22 Agosto 2007 e prescritto dal D.P.R. 263 del 29 Ottobre 2012. Per il “Beccarla” e “San Vittore” il modello è quello allegato.

 

 

PERCORSI DI SECONDO LIVELLO/PRIMO PERIODO DIDATTICO (DISCIPLINE DELL’AREA D’INDIRIZZO)

                Saranno prodotti appositi certificati, cosi come previsto dal D.P.R. 263 del 29 Ottobre 2012 , comma 6 e dalla Circolare MIUR n° 3 del 17 Marzo 2016. Questi stessi saranno redatti seguendo il modello dell’AREA COMUNE (MISURA DI SISTEMA). Vedere modello esemplificativo allegato.

 

 

PERCORSI DI SECONDO LIVELLO/SECONDO PRIMO DIDATTICO

                Saranno prodotti appositi certificati, cosi come previsto dal D.P.R. 263 del 29 Ottobre 2012 , comma 6 e dalla Circolare MIUR n° 3 del 17 Marzo 2016. Questi stessi saranno redatti seguendo il modello dell’AREA COMUNE (MISURA DI SISTEMA). Vedere modello esemplificativo allegato.

 

 

PERCORSI DI SECONDO LIVELLO/TERZO PERIODO DIDATTICO

                Ci si attiene a quanto disposto dalla Circolare MIUR n° 3 del 17 Marzo 2016.

 

PROGETTAZIONI FINALI

 

                Dal momento che non è stato possibile elaborare in questa fase Modelli di Test Comuni in tutte le possibili discipline erogate dalle Istituzioni Scolastiche della RETE CPIA 5 – MILANO, tutti gl’insegnanti che hanno operato nel Gruppo di Lavoro art. 2 D.D. 1250/2015 considerano fondamentale la creazione nell’ambito della RETE CPIA 5 - MILANO di un Gruppo Permanente di Ricerca Sperimentazione e Sviluppo che dall’anno scolastico 2016/17 operi in modo continuativo, al fine di giungere alla massima trasparenza ed uniformità nei momenti di raccordo tra le varie Istituzioni Scolastiche della RETE ed elabori Strumenti di Accertamento condivisi in tutte le Aree Didattiche/Disciplinari comuni di tutti i Livelli e Periodi Didattici. Per visionare la sezione relativa ai Test d’Ingresso/Accertamento crediti, vedere gli allegati.